mercoledì 12 agosto 2009

LO ZUPPONE DI NOODLES….

Buongiorno, un abbraccio ed un sorriso per tutti.
Un tranquillo pomeriggio di agosto ce ne andavano allegramente a pranzo, tanto ormai avevamo capito, eravamo diventati esperti della cucina locale….ma aimè c’era sfuggito un piccolissimo particolare, sapevamo cosa erano i noodles (maltagliati di riso) ma non avevamo minimamente immaginato come ci fossero serviti, del resto eravamo alla ricerca di nuove ed esilaranti scoperte. Siamo stati accontentati. Ecco arrivare la cameriera con due bacinelle fumanti di brodaglia, Andrea inorridito, e sempre più magro, comincia a balbettare non sarà mica per noi? tra le scroscianti risate di Lele che fa cenno di si col capo, indicando i nostri coperti. Io in un inglese stentato cerco di dirgli che non volevamo i noddless in brodo bensì asciutti, Andrea con gli occhi di fuori ed imploranti continua a ripetere “dry dry, please dry”, la cameriera intenerita da tanto implorare prende le due bacinelle, mentre i nostri volti cominciano a rilassarsi, e si avvia verso la cucina, ma cosa fa chiede Lele che la vede deviare verso il banco bar, mentre la cameriere senza smuovere un ciglio svuota la brodaglia nel lavandino e ce li ripropone sul tavolo, tra le risate e le battute di Lele che ignaro di cosa lo aspetta di li a poco continua a divertirsi.
Ecco un altra cameriera con un piatto fondo fumante, Lele si è salvato esclama Andrea, invece ecco uno zuppone contenete verdura varia, pannocchie, un ingrediente non meglio identificato che continua a muoversi nella brodaglia da noi chiamato ingrediente vivente (avete presente una medusa). A questo punto Andrea scatta in camera a prendere la macchina fotografica ed immortala lo zuppone. Io continuo a ridere, e mentre mi asciugo le lacrime con la coda degli occhi cosa vedo??? Udite udite Andrea affonda la forchetta nell’ex zuppa, ormai ridotta ad una cosa molle ed inquietante e comincia a mangiare neanche fossimo sull’isola dei famosi, mentre blatera “ a recà la fame è fame!!!”.

1 commento:

Alessia ha detto...

E ha ragione Andrea porello, la fame è fame..., ma che schifo peròòòòòòòò :D!!!!!!!!!.
Sai ho una stranissima sensazione leggendo questi divertenti particolari..., sensazione che ti spiegherò quando tornerai però eheheheheh :).
Nonostante tutto continuo ad immaginare le scene e le faccie e continuo a piegarmi in due dalle risate...!!!!!!!.
Ps: poi queste foto senza dubbio significative le vorrò vedere eh!!!!! XD
Bacionissimiiiiiiiiiiii.